Diritto Civile

Risarcimento danni

La materia del risarcimento danni è vasta e comprende fattispecie assai differenti. Occorre distinguere tra responsabilità contrattuale e responsabilità extracontrattuale, regolate da discipline in parte molto diverse.
La prima riguarda le ipotesi di illecito nell'ambito di un rapporto obbligatorio (danno da inadempimento), mentre la seconda attiene ai casi di illecito fuori da ogni rapporto obbligatorio (danno da sinistro stradale, da infortunio, lesioni, ecc...).
Il risarcimento comprende le voci del danno emergente (la conseguenza immediata e diretta dell'illecito) e del lucro cessante (il mancato guadagno derivante dall'illecito).
Grazie all'apporto di diversi professionisti, lo Studio Legale Benato assicura una corretta valutazione del pregiudizio subito e si attiva senza ritardo, sia in sede stragiudiziale che in sede giudiziale, per il pronto risarcimento dello stesso.

Infortunistica stradale

Se hai subito danni a causa di un incidente stradale, lo Studio Legale Benato tutela i Tuoi diritti per ogni danno alla persona o di altro genere.
Il conflitto di interessi tra chi subisce un danno e chi è tenuto a risarcirlo (l’ Assicurazione) rende necessaria l’assistenza legale di un professionista specializzato nella trattazione dei sinistri.Un equo e giusto risarcimento dei danni, presuppone infatti che sia il danneggiato sia l’Assicuratore siano a conoscenza di normative che talvolta si presentano particolarmente complesse. Per questo motivo è sempre opportuna l’assistenza di un avvocato esperto in infortunistica; non lasciare che i Tuoi diritti siano determinati in maniera unilaterale da chi ti deve pagare.
Il nostro Studio, ti segue in ogni momento della vertenza risarcitoria. Dall’inizio alla fine. E paghi solo in caso di esito positivo della pratica. In caso di incidente stradale con conseguenze gravi o gravissime, o in caso di sinistro mortale, potrai ottenere immediatamente tutte le indicazioni necessarie per la miglior tutela dei tuoi diritti, Lo Studio opera proponendosi sempre il fine di ottenere tutto quanto ti spetta nel più breve tempo possibile.

Amministrazione di sostegno, interdizione e inabilitazione

I disabili che autonomamente non sono in grado di provvedere ai propri interessi, non solo economici, sia di compiere il più semplice esercizio dei propri più elementari diritti, possono ottenere, su richiesta dei familiari più vicini, la nomina di una persona (scelta sempre tra i familiari più vicini) che, per loro conto, si occupi dei loro diritti. Questa persona assume il compito di Tutore, Curatore o di Amministratore di Sostegno.
Il tutore viene nominato quando per il soggetto disabile viene richiesta l’interdizione, con la quale il tutore assume sostanzialmente i compiti che ha un genitore nei confronti di un figlio minorenne. Il Curatore viene nominato nel caso di inabilitazione, e cioè qualora il disabile non sia in grado di attendere agli atti di straordinaria amministrazione.

L’Amministratore di Sostegno viene invece nominato per svolgere atti sia in sostituzione del disabile, sia congiuntamente al disabile, al quale possono essere anche attribuiti atti da svolgere in autonomia,senza cioè l’Amministratore. Garantire al disabile -nel presente e nel futuro- la presenza di qualcuno che si occupi di incombenze richieste dalla legge è di importanza estrema: infatti si pensi che, in mancanza della nomina del Tutore o dell’Amministratore il disabile viene privato di fondamentali diritti (diritti che invece conserva se a gestirli è il Tutore o l’Amministratore), quali:

  • prestare il consenso per operazioni chirurgiche o dentistiche;
  • accettare -e quindi acquisire- le eredità;
  • essere titolare e intestatario di conti correnti bancari e gestire il denaro;
  • sottoscrivere autocertificazioni (sempre più frequentemente richieste dalla Pubblica Amministrazione).
A tutto ciò si aggiunga che eventuali atti compiuti dal disabile (tutelato o amministrato), come contratti, uso dei conti correnti e acquisti incauti, sono per legge nulli, e pertanto egli è tutelato contro inganni e truffe, di cui spesso ultimamente si legge sui giornali.

Per questi motivi anche gli anziani, che talvolta hanno difficoltà a gestire i nuovi strumenti moderni o hanno difficoltà a valutare cose quali l’amministrazione di somme di denaro, o, come detto, temono di poter essere ingannati da truffatori molto spesso scaltri, o, più semplicemente, per motivi di salute, preferiscono non occuparsi più direttamente di tali questioni, possono ricorrere anch’essi all’istituto dell’Amministratore.

La nuova figura dell’amministrazione di sostegno è stata introdotta nel nostro ordinamento con legge 9 gennaio 2004 n. 6, con la esplicita «finalità di tutelare, con la minore limitazione possibile della capacità di agire, le persone prive in tutto o in parte di autonomia nell'espletamento delle funzioni della vita quotidiana, mediante interventi di sostegno temporaneo o permanente».
La finalità di tale legge è quindi quella di tutelare, limitando il meno possibile la capacità d’agire, le persone prive in tutto o in parte di autonomia, mentre le diverse misure dell’interdizione e dell’inabilitazione risultano più idonee quando il caso concreto sia tale che gli interessi dell’incapace non possano essere adeguatamente tutelati attraverso l'amministratore di sostegno.

Pertanto, in ciascun singolo caso, andrà effettuata una valutazione complessiva al fine di individuare la misura di protezione più idonea che andrà domandata al relativo Giudice competente.

Locazioni e sfratti

La materia delle locazioni (abitative e commerciali) è di quotidiana applicazione. Essa regola i diritti e i doveri di locatori e conduttori, la durata dei rapporti locatizi, le clausole del contratto.
In caso di inadempimento delle obbligazioni del conduttore, o nell'ipotesi di finita locazione, il proprietario-locatore, qualora l'inquilino non rilasci spontaneamente il bene, può ricorrere alle procedure di sfratto.
Lo Studio Legale Benato assiste le parti sin dal sorgere del rapporto e per tutta la durata dello stesso, a partire dalla redazione del contratto di locazione sino all'eventuale ricorso all'autorità giudiziaria.

Condominio e rapporti di vicinato

La vita in comune spesso genera liti e contrasti, soprattutto in ambito condominiale, per la particolare combinazione di proprietà individuali e parti in comunione forzosa.
Lo Studio Legale Benato si occupa della redazione dei regolamenti condominiali (obbligatori se i proprietari sono più di dieci); segue i condomini nella tutela dei loro diritti; si occupa delle problematiche connesse all'amministrazione, assiste e rappresenta il condominio nei rapporti con i terzi.
Quanto ai rapporti di vicinato, rilevano il divieto di immissioni intollerabili (fumo e calore, rumori molesti, scuotimenti e altre propagazioni), la disciplina delle distanze di costruzioni, piantagioni, scavi e muri, e le regole che normano l'apertura di luci e vedute.

Proprietà e diritti reali

La proprietà è senza dubbio il diritto soggettivo per eccellenza, che si tratti di proprietà di beni mobili, di proprietà edilizia, di proprietà agricola, di proprietà superficiaria, ecc...
Le azioni a difesa della proprietà sono le cd. Azioni petitorie: l'azione di rivendicazione, l'azione negatoria, l'azione di regolamento di confini e l'azione di apposizione di termini.
Ad esse si affiancano le azioni a difesa del possesso, inteso come stato di fatto meritevole di tutela giuridica, quali l'azione di reintegrazione (o spoglio) e l'azione di manutenzione.
Sia al possessore che al proprietario spettano poi le due azioni di nunciazione: la denunzia di nuova opera e la denunzia di danno temuto.
Quanto ai diritti reali limitati, essi vanno distinti in diritti reali di godimento e diritti reali di garanzia. Tra i primi si ricordano il diritto di superficie, l'enfiteusi, l'usufrutto, l'uso, l'abitazione e il vasto campo delle servitù prediali. Del secondo gruppo fanno parte gli istituti del pegno e dell'ipoteca.
Tra i modi di acquisto della proprietà e dei diritti reali limitati rileva in particolar modo l'usucapione, di frequentissima applicazione pratica.

Contratti

La materia dei contratti è vastissima e comprende, oltre a quelli espressamente previsti disciplinati dal codice civile (detti 'nominati'), anche i contratti creati autonomamente dalle parti (detti 'atipici'). Lo Studio Legale Benato assiste il cliente nella fase delle definizione degli accordi, nella redazione dei contratti e nei successivi rapporti tra i contraenti.
Tra i principali contratti tipici, la compravendita è senz'altro quello più frequente. Lo Studio Legale Benato offre assistenza e consulenza nel campo della vendita sia di beni mobili che di immobili.
Vengono in rilievo gli istituti della garanzia per l'evizione, della garanzia per vizi e mancanza di qualità della cosa venduta, della garanzia di buon funzionamento, ecc... Frequenti altresì sono il patto di riscatto, il patto di retrovendita, la vendita con riserva di proprietà, la vendita di cosa futura e la vendita di cosa altrui. Altri contratti di alienazione di beni sono permuta e la somministrazione.
In merito ai contratti di locazione e di prestito, si menzionano, oltre alla locazione di immobili urbani (ad uso abitativo o commerciale), anche l'affitto di fondi rustici, la locazione finanziaria (leasing), il comodato e il mutuo.
Nella categoria dei contratti di prestazione di servizi, si distinguono il contratto d'opera e l'appalto, il mandato, la commissione, il contratto di trasporto e la spedizione, il contratto di agenzia, la mediazione, il contratto di deposito.
Un ambito specifico è rappresentato dai contratti di banca (depositi, apertura di credito, anticipazione bancaria, contratto di sconto e contratto di conto corrente). Altrettanto particolare è il settore dei contratti di rendita (perpetua e vitalizia) e di assicurazione (contro i danni, obbligatoria o sulla vita).

Tutela dei consumatori

Con il decreto legislativo 6 settembre 2005 n. 206 (in suppl.ordinario n. 162 alla gazz.uff., 8 ottobre, n. 235) è stato emanato il cd "codice del consumo", avente la specifica finalità di armonizzare e riordinare le normative concernenti i processi di acquisto e consumo, disciplina, in parte già contenuta nel codice civile ed in leggi speciali, al fine di assicurare un elevato livello di tutela dei consumatori e degli utenti dei vari servizi. Per consumatore o utente si intende la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta, nonché la persona fisica alla quale sono dirette le informazioni commerciali. Dal consumatore si distingue il professionista, ovverosia la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività imprenditoriale o professionale, ovvero un suo intermediario. Dunque, non a tutti gli acquisti di beni e/o servizi sono dirette le disposizioni del codice del consumo, ma soltanto a quei specifici soggetti che agiscono nella loro quotidianità, per le loro esigenze personali e non di natura professionale.
Tali soggetti, infatti, molto spesso sono in condizione di debolezza, di inferiorità rispetto a chi per lavoro commercializza i beni che essi vanno ad acquistare. È proprio tale condizione di disparità contrattuale che ha indotto il legislatore a dare al consumatore significativi mezzi di tutela.
Il codice del consumo disciplina espressamente la vendita dei beni di consumo, i contratti di viaggio e l'ipotesi dei danni da prodotto difettoso, che sono le fattispecie di più frequente verificazione nella pratica.

Competenze:

  • Diritto Commerciale e Societario Gestione aziendale
    Redazione di contratti
    Assistenza stragiudiziale e giudiziale
    Assistenza in caso di crisi dell'impresa
  • Separazioni e Divorzi Separazioni consensuali
    Separazioni giudiziali
    Divorzio congiunto
    Divorzio giudiziale
    Cessazione degli effetti civili del matrimonio
  • Eredità e Successioni Separazioni consensuali
    Dichiarazioni di successione
    Impugnazione del testamento
    Azione di riduzione per lesione di legittima
    Divisione ereditaria
  • Diritto Civile Infortunistica stradale e risarcimento danni
    Amministrazione di sostegno
    Interdizione e Inabilitazione
    Locazione e Sfratti
    Condominio e rapporti di vicinato
    Contratti
    Proprietà e diritti reali
    Tutela dei consumatori
  • Diritto Agrario Esercizio della prelazione
    Rilascio di fondi rustici
    Indennizzo delle migliorie
    Sequestro agrario
    Riscatto del fondo
  • Diritto della Rete Contratti con Internet Providers
    Regolamentazione dei servizi VoIP
    Commercio elettronico
    Diritto d'autore on line
    Responsabilità civile in internet
    Telelavoro
  • Diritto del lavoro e previdenza Cause di licenziamento
    Cause di adeguamento retributivo
    Fallimenti e procedure concorsuali
    Infortunio e malattia
    Sanzioni disciplinari
    Mobbing
  • Diritto Amministrativo Sanzioni amministrative
    Contravvenzioni stradali
  • Diritto Penale e procedura Redazione di denunce e querele
    Costituzioni di parte civile
    Diritto penale societario e amministrativo
  • Assistenza Stragiudiziale Redazione di contratti, statuti
    regolamenti e testamenti;
    Assistenza in procedure di arbitrato;
    Ispezioni, visure, ricerca documenti;
    Partecipazione ed assistenza ad
    assemblee, consigli, comitati;
    Redazione diffide, ricorsi, denunce.
valid

Telefono

Vicenza: 0444 891047
Padova: 049 9941188