News dal Mondo

Il rischio infettivo connesso a prestazioni sanitarie

Avv. Francesco Pandolfi - Una persona che entra in ospedale o accede ad una qualsiasi struttura sanitaria, pubblica o privata, per la cura e la risoluzione del suo problema, si dovrebbe aspettare un elevato livello di assistenza, sempre. La salute della persona come bene primarioLe infezioni da prestazioni sanitarieQuali sono i meccanismi di trasmissione dell'infezioneLa prevenzioneIl ricorso alla giustiziaLa salute della persona come bene primario[Torna su] In gioco infatti, come abbiamo detto, c'è la salute di quel paziente, che è un bene primario, assoluto, costituzionalmente protetto. Invece abbastanza spesso la prestazione sanitaria, nel suo complesso, deraglia verso uno standard mediocre e produce danni alla persona. Le infezioni da prestazioni sanitarie[Torna su] I dati che ab... Continua...

Assegni familiari: non contano premio nascita e bonus bebè

di Gabriella Lax – Il premio alla nascita e il bonus bebè non incidono sul riconoscimento dell'assegno al nucleo familiare. A chiarirlo è l'Inps nel messaggio 2767 del 18 luglio 2019 (in allegato). Anf, premio nascita e bonus bebè non incidono I chiarimenti dell'Istituto riguardano la computabilità o meno delle recenti misure a sostegno della famiglia nel complessivo reddito familiare del nucleo, ai fini sia del riconoscimento del diritto all'assegno al nucleo familiare che della determinazione della relativa misura. Il messaggio spiega che «sia l'assegno di natalità che il premio alla nascita, pur non potendosi qualificare come trattamenti di famiglia, che ai sensi della speciale normativa di cui all'articolo 2 della legge n. 153/1988 non si computano nel reddito a tal fine ril... Continua...

Sicurezza cibernetica, approvato il ddl

di Gabriella Lax – Più sicurezza informatica. E' l'obiettivo del disegno di legge sul perimetro di sicurezza nazionale cibernetica approvato lo scorso 19 luglio dal Consiglio dei ministri. Sicurezza cibernetica, il disegno di legge Nello specifico, come chiarisce una nota di palazzo Chigi, il testo introduce una normativa per assicurare un livello elevato di sicurezza delle reti, dei sistemi informativi e dei servizi informatici delle amministrazioni pubbliche, degli enti e degli operatori nazionali, pubblici e privati, da cui dipende l'esercizio di una funzione essenziale dello Stato ovvero la prestazione di un servizio essenziale per il mantenimento di attività civili, sociali o economiche fondamentali per gli interessi dello Stato e dal cui malfunzionamento o interruzione, anche par... Continua...

Giovani avvocati e Miur per la cultura della legalità a scuola

di Gabriella Lax – La cultura della legalità va insegnata nelle scuole, affinchè diventi il criterio di selezione eletto anche per le future generazioni. A tal proposito, lo scorso 17 luglio, il presidente dell'Aiga, Alberto Vermiglio ha sottoscritto un protocollo con il Ministro dell'Istruzione Università e Ricerca, per diffondere la cultura della legalità nelle scuole, grazie anche al fondamentale apporto dei giovani avvocati. Aiga e Miur siglano un protocollo legalità nelle scuole Il protocollo ideato grazie ad un'intuizione degli avvocati Erica Trio e Carlo Foglieni, e realizzato con l'indispensabile apporto degli avvocati Anna Lops e Mariangela Di Biase, succedutesi nel tempo alla guida del dipartimento nazionale AIGA, durerà 3 anni e riguarderà argomenti quali il bullismo ed... Continua...

Vittime di violenza, domanda indennizzo fino al 30 settembre

di Gabriella Lax - Sono stati riaperti i termini per l'accesso al fondo di solidarietà riservato a chi ha subito reati intenzionali violenti. A comunicarlo è una nota del ministero dell'Interno. Indennizzo vittime di violenza È fissata al prossimo 30 settembre la scadenza per la presentazione delle domande di indennizzo da parte delle vittime di violenza intenzionale che hanno diritto al risarcimento previsto dalla legge 7 luglio 2016, n. 122. Potranno presentare la domanda: - le vittime di reati intenzionali violenti avvenuti dal 23 luglio 2016 ed entro 60 giorni dal giudizio definitivo in caso di autore del reato ignoto; - dall'ultimo atto dell'azione esecutiva infruttuosa per ottenere il risarcimento del danno dall'autore del reato; - la data del passaggio in giudicato d... Continua...

La causa petendi

Cos’è la causa petendi, come è disciplinata, quale funzione e quale importanza assume nel processo. Guida alla causa petendi con giurisprudenza... Continua...

Salario minimo: Di Maio, presto legge

di Redazione - "Noi non ci arrendiamo e vi prometto che presto diventerà legge anche in Italia. Si chiama Salario minimo orario: se hai un lavoro, non puoi prendere meno di 9 euro lordi l'ora. Altrimenti non è lavoro, è schiavitù!". Ad annunciarlo il vicepremier Luigi Di Maio, su Facebook, postando il video che presenta una delle misure simbolo del movimento Cinque Stelle. "Vi diranno tutti che non si può fare - prosegue Di Maio - semplicemente perché non lo vogliono fare, mentre in 22 Paesi europei già è legge da molti anni". Non si tratta, conclude il ministro del lavoro, "solo di una legge del MoVimento 5 Stelle, è molto di più. È una battaglia di tutti, è una battaglia di civiltà! Basta stipendi di 500-600 euro al mese".Leggi anche Salario minimo: cos'è e come funzionerebbe... Continua...

Assegno di incollocabilità: cos'è e come ottenerlo

di Lucia Izzo - L'assegno di incollocabilità è una prestazione economica che viene erogata dall'INAIL ai mutilati e invalidi per infortunio o per malattia professionale "incollocabili" ovverosia per i quali non sia più possibile fruire dell'assunzione obbligatoria (ex lege n. 68/1999). Assegno di incollocabilità, a chi spettaL'importo dell'assegno di incollocabilitàCome ottenere l'assegno di incollocabilitàAssegno di incollocabilità, a chi spetta[Torna su]L'assegno di incollocabilità è destinato ai titolari di rendita diretta che presentino tali requisiti:- non superare i 65 anni d'età;- presentare un grado di inabilità di almeno il 34% (non inferiore) e che l'INAIL abbia riconosciuto ai sensi delle tabelle allegate al Testo Unico (d.P.R. 1124/1965) per infortuni sul lavoro verificatesi o ... Continua...

Avvocati: non è reato dare dello sleale al collega nell'esposto all'ordine

di Lucia Izzo - Apostrofare un collega come "sleale, scorretto e spregiudicato" nello scritto inviato al competente Consiglio dell'Ordine non integra il delitto di diffamazione. È infatti consentito manifestare in un esposto dubbi in ordine alla correttezza professionale del collega, anche in forma "aspra e vibrata", ma le espressioni utilizzate non devono travalicare i limiti del corretto esercizio del diritto di critica.La vicendaIl diritto di critica scrimina le espressioni aspre nell'esposto al COANiente diffamazione se l'avvocato chiede al COA una verifica di correttezza professionaleLa vicenda[Torna su]Lo ha chiarito la Corte di Cassazione, quinta sezione penale, nella sentenza n. 32407/2019 (qui sotto allegata) confermando l'assoluzione nei confronti di un avvocato accusato di diffa... Continua...

Cassazione: sms e e-mail fanno piena prova in giudizio

di Lucia Izzo - Gli "short message service" e i messaggi di posta elettronica rientrano nelle riproduzioni meccaniche di cui all'art. 2712 c.c. e dunque formano piena prova dei fatti e delle cose rappresentate, se colui contro il quale sono prodotte non ne disconosce la conformità ai fatti o alle cose medesime.Per il disconoscimento, tuttavia, non è sufficiente una generica contestazione, ma sono necessari elementi chiari, circostanziati ed espliciti che dimostrino la non corrispondenza tra la realtà fattuale e quella riprodotta.Lo si legge nella sentenza n. 19155/2019 (qui sotto allegati) con cui la prima sezione civile della Corte di Cassazione si è pronunciata sul ricorso di un padre separato nei cui confronti era stato emesso un decreto ingiuntivo relativamente alle somme sostenute dal... Continua...

Cassazione: si può licenziare per profitto

di Lucia Izzo - All'azienda è consentito il licenziamento del dipendente per giustificato motivo oggettivo alla luce della necessità di incrementare la produttività, e quindi il profitto, o per far fronte a situazioni economiche sfavorevoli o a spese straordinarie.Tuttavia, affinché la soppressione della posizione lavorativa sia legittima, il giudice sarà tenuto a verificare la sussistenza di una ragione obiettiva e non pretestuosa da parte del datore di lavoro circa il licenziamento (ad es. la prova della situazione sfavorevole o delle spese straordinarie), nonché il nesso causale tra la ragione accertata e il licenziamento stesso.Tale principio di diritto è stato dalla Corte di Cassazione, sesta sezione civile, nell'ordinanza n. 19302/2019 (qui sotto allegata) che ha accolto il ricorso d... Continua...

Il padre mantiene la figlia avvocato non ancora autosufficiente

di Lucia Izzo - Ok all'assegno di mantenimento del padre nei confronti della figlia maggiorenne, giovane avvocatessa: benché la trentenne abbia intrapreso la professione, i suoi guadagni non le consentono di acquisire l'autosufficienza economica. Resta salva la possibilità del genitore di chiedere la revoca del mantenimento qualora la ragazza raggiunga un livello reddituale idoneo a renderla indipendente.La vicendaIl mantenimento dei figli maggiorenniGenitore mantiene figlio professionista non autosufficienteLa vicenda[Torna su]È questa la conclusione a cui è giunta la Corte di Cassazione, prima sezione civile, nell'ordinanza n. 19135/2019 (qui sotto allegata), con cui ha respinto il ricorso di un genitore che era stato condannato a versare 300 euro al mese alla figlia trentenne a titolo d... Continua...

Multe anche al conducente se il passeggero non mette il casco o la cintura

di Annamaria Villafrate - Giro di vite per il conducente che trasporti soggetti indisciplinati che non indossano il casco o non indossino le cinture di sicurezza o sistemi di ritenuta previsti a bordo del veicolo. In questo caso la multa raddoppia quindi, una per il trasportato e una per il conducente del veicolo a cui pertanto viene posta una responsabilità finora prevista solo in caso di trasporto di minori. Queste le modifiche previste dal testo approvato in Commissione Trasporti, che è all'esame del Parlamento e su cui è stata già svolta la discussione generale. Vediamo meglio di cosa si tratta: Cinture sicurezza e casco passeggero, come funziona oggiMulta anche al conducente se i passeggeri non indossano i sistemi di ritenzioneSe il passeggero non mette il casco multa anche al c... Continua...

Decreto Sicurezza-bis: multe fino a un milione di euro

di Annamaria Villafrate - Il 18 luglio le Commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera hanno dato il via al decreto Sicurezza bis n. 53 del 14 giugno 2019 apportando alcune rilevanti modifiche al testo. Ora il dibattito sul provvedimento teso a contrastare il traffico degli scafisti e l'immigrazione clandestina dovrebbe iniziare il 22 luglio in aula. Vediamo le novità: Decreto sicurezza-bis in breveFino a un milione di euro di multa per i capitani che trasgredisconoPer gli albergatori obbligo di comunicazione alla Questura entro 6 ore Decreto sicurezza-bis in breve[Torna su] Si rammenta brevemente che il decreto sicurezza bis contiene: nuove norme in materia di sicurezza pubblica interna e internazionale;disposizioni tese a rafforzare e coordinare le forze investigative... Continua...

Il consiglio di supercondominio

di Valeria Zeppilli – Il supercondominio è un complesso residenziale nel quale sono presenti più edifici, vi sono spazi comuni molto ampi e il numero di condomini è elevato. Il codice civile non lo definisce esplicitamente, ma all'articolo 1117-bis fa riferimento alle ipotesi in cui più unità immobiliari, più edifici o più condominii di unità immobiliari o di edifici abbiano parti comuni ai sensi dell'articolo 1117, prevedendo, in tal caso, l'applicazione delle norme in materia di condominio. Quando opera il consiglio di condominioSupercondominio: le maggioranzeConsiglio di supercondominio: rappresentante non nominatoConsiglio di supercondominio: le attribuzioniQuando opera il consiglio di condominio[Torna su] Nel caso in cui il supercondominio superi una certa dimensione, è pr... Continua...

Competenze:

  • Diritto Commerciale e Societario Gestione aziendale
    Redazione di contratti
    Assistenza stragiudiziale e giudiziale
    Assistenza in caso di crisi dell'impresa
  • Separazioni e Divorzi Separazioni consensuali
    Separazioni giudiziali
    Divorzio congiunto
    Divorzio giudiziale
    Cessazione degli effetti civili del matrimonio
  • Eredità e Successioni Separazioni consensuali
    Dichiarazioni di successione
    Impugnazione del testamento
    Azione di riduzione per lesione di legittima
    Divisione ereditaria
  • Diritto Civile Infortunistica stradale e risarcimento danni
    Amministrazione di sostegno
    Interdizione e Inabilitazione
    Locazione e Sfratti
    Condominio e rapporti di vicinato
    Contratti
    Proprietà e diritti reali
    Tutela dei consumatori
  • Diritto Agrario Esercizio della prelazione
    Rilascio di fondi rustici
    Indennizzo delle migliorie
    Sequestro agrario
    Riscatto del fondo
  • Diritto della Rete Contratti con Internet Providers
    Regolamentazione dei servizi VoIP
    Commercio elettronico
    Diritto d'autore on line
    Responsabilità civile in internet
    Telelavoro
  • Diritto del lavoro e previdenza Cause di licenziamento
    Cause di adeguamento retributivo
    Fallimenti e procedure concorsuali
    Infortunio e malattia
    Sanzioni disciplinari
    Mobbing
  • Diritto Amministrativo Sanzioni amministrative
    Contravvenzioni stradali
  • Diritto Penale e procedura Redazione di denunce e querele
    Costituzioni di parte civile
    Diritto penale societario e amministrativo
  • Assistenza Stragiudiziale Redazione di contratti, statuti
    regolamenti e testamenti;
    Assistenza in procedure di arbitrato;
    Ispezioni, visure, ricerca documenti;
    Partecipazione ed assistenza ad
    assemblee, consigli, comitati;
    Redazione diffide, ricorsi, denunce.
valid

Telefono

Vicenza: 0444 891047
Padova: 049 9941188