News dal Mondo

Adulterio: coniuge risarcito anche senza addebito della separazione

Infedeltà e addebito della separazioneQuando l'infedeltà fa scattare il risarcimento del dannoQuando si ha un danno non patrimoniale da adulterioInfedeltà e addebito della separazione[Torna su]Negli anni la giurisprudenza si è soffermata in diverse occasioni sulle conseguenze dell'infedeltà nei rapporti tra i coniugi. L'art. 143 c.c. precisa come dal matrimonio derivi l'obbligo reciproco alla fedeltà, oltre che all'assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell'interesse della famiglia e alla coabitazione. Leggi anche Ecco quando il coniuge tradito ha diritto al risarcimento del dannoIl tradimento può anche essere motivo di addebito della separazione qualora la relazione sia naufragata per colpa del coniuge fedifrago, in pratica qualora il giudice accerti che il suo comportamento ... Continua...

F24 elide: guida alla compilazione

Per cosa si usa il modello F24 ElideF24 elide: sezione contribuenteF24 elide: sezione erario ed altroModello F24 ElidePer cosa si usa il modello F24 Elide[Torna su] Prima di capire come compilare correttamente il modello F24 elide occorre precisare che esso è utilizzato per pagare l'IVA per l'immatricolazione o la successiva voltura di autoveicoli, motoveicoli e loro rimorchi che sono stati oggetto di acquisto intracomunitario a titolo oneroso. A tale modello si ricorre, poi, per rilevanti tipologie di pagamento, quali: l'imposta di registro,l'imposta di bollo,alcuni tributi speciali e compensi,le sanzioni e gli interessi relativi ai contratti di locazione e affitto di beni immobili. F24 elide: sezione contribuente[Torna su] La prima sezione del modello che deve essere compilata... Continua...

Affidamento figli: repubblica o monarchia?

Prende sempre maggior vigore la richiesta di intervenire sulla legge 54/2006 in modo da limitare gli affidamenti ad entrambi i genitori a favore di un modello che privilegi uno dei due, di regola la madre. La giustificazione formale di questa richiesta, quella che viene presentata ufficialmente, è che madri e figli - anzi, le madri e i loro figli - sono vittime della violenza maschile a causa dell'affidamento condiviso. La tesi lascia francamente sconcertati, perché sembra chiaramente confondere disfunzioni ed errori occasionali con conseguenze sistematiche delle regole in vigore. È certamente deprecabile che genitori violenti siano affidatari - e può capitare per effetto di decisioni sbagliate - ma questo certamente la legge non lo prevede. Quei genitori non dovrebbero essere i... Continua...

Dire 'te la farò pagare' non è reato

L'espressione "ve la farò pagare" integra reato?Ogni minaccia va adeguatamente valutata"Ve la farò pagare" non integra sempre una minacciaL'espressione "ve la farò pagare" integra reato?[Torna su]Non sempre l'espressione "ve la farò pagare" è idonea a integrare il reato di minaccia, potendo la stessa anche fare semplicemente rimando a future azioni giudiziarie. Si ritiene che ogni minaccia vada adeguatamente valutata in base alle condizioni dell'agente e dell'effetto sulla vittima. Sul punto, tuttavia, la la giurisprudenza ha mostrato negli anni di avere un orientamento contrastante, con alcune pronunce che hanno confermato l'integrazione del reato, mentre altre sentenza hanno statuito in controtendenza.Per approfondimenti leggi Dire "Ti sistemo io, te la farò pagare" è reatoIl Giudice di ... Continua...

Denuncia all'autorità giudiziaria e porto d'armi

La denuncia all'autorità giudiziariaCome si forma il giudizio di inaffidabilitàLa posizione dei giudici amministrativiUn esempio La denuncia all'autorità giudiziaria[Torna su]I giudici amministrativi ormai affermano ripetutamente che la mera esistenza di denunce all'Autorità giudiziaria non rappresenta, di per sé, una circostanza ostativa al rilascio o al mantenimento del porto d'armi. Un effetto di questo tipo, infatti, viene solitamente ricondotto dalle norme dell'Ordinamento giuridico al sopraggiungere di una condanna.Come si forma il giudizio di inaffidabilità[Torna su]In buona sostanza: la revoca o il divieto di rinnovo della licenza devono essere argomentati su specifici ed ulteriori elementi di fatto, oppure su ragionevoli supposizioni che siano idonee a sostenere un eventuale giudi... Continua...

Giudici di pace: compensi non oltre il tetto massimo

Compenso del giudice di pace, a che tipo di reddito è assimilabile?Compensi giudici di pace, regime forfettarioGiudici di pace, le liquidazioni dovuteCompenso del giudice di pace, a che tipo di reddito è assimilabile?[Torna su] La risposta all'interpello n. 202 del 6 luglio 2020 (in allegato) l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito compensi da corrispondere ai giudici di pace. Nel caso concreto, l' l'istante chiedeva appunto di sapere se il compenso che percepisce come giudice di pace sia riconducibile ai redditi da lavoro dipendente o ai redditi di lavoro autonomo e se può fruire del regime fiscale forfettario. Compensi giudici di pace, regime forfettario[Torna su] Secondo le Entrate, i compensi percepiti dai giudici di pace in servizio al 15 agosto 2017 sono ass... Continua...

Congedo parentale straordinario, nuovi chiarimenti

Congedo parentale, le ultime novitàCongedo Covid-19: bonus babysitter e centri estiviCongedo parentale e limiti di conversioneCongedo parentale, le ultime novità[Torna su] Sono stati introdotti dal decreto Cura Italia prima e poi ampliati dal decreto Rilancio, sia il congedo parentale che l'estensione dei permessi ex legge 104. Adesso nella circolare n. 81 dell'8 luglio 2020 (in allegato), tardiva perché era giugno il termine ultimo per usufruirne, l'Inps specifica le modalità operative in materia di diritto alla fruizione del congedo per emergenza covid-19 e di permessi indennizzati di cui alla legge n. 104/1992. Il periodo in cui è possibile fruire del congedo covid-19 è stato esteso fino al 31 luglio 2020 ed è aumentato da 15 a 30 il numero di giorni fruibili dai genitori per l'assist... Continua...

Rinunzia che importa accettazione dell'eredità

L'art. 478 del codice civileRinunzia verso corrispettivoRinunzia a favore di alcuni soltanto dei chiamatiL'art. 478 del codice civile[Torna su] L'art. 478 c.c. disciplina due specifiche ipotesi di rinunzia all'eredità cui sono riconnessi gli effetti di un'accettazione presunta. La disposizione recita "La rinunzia ai diritti di successione, qualora sia fatta verso corrispettivo o a favore di alcuni soltanto dei chiamati, importa accettazione." Vengono qui prese in considerazione due fattispecie di rinunzia a carattere eccezionale rispetto alla generale ipotesi di dichiarazione puramente abdicativa della delazione fatta a titolo gratuito nei confronti di tutti coloro ai quali si sarebbe devoluta la quota del rinunziante e disciplinata dagli artt. 519 e ss. c.c. L'effetto voluto dal co... Continua...

Bilancio della S.p.a.

Cos'è il bilancioApprovazione del bilancioComposizione del bilancioPrincipi di redazione del bilancioIl criterio di competenza nel bilancio delle s.p.a.Cos'è il bilancio[Torna su] Il bilancio è il documento contabile con cui la società rende nota la propria situazione finanziaria e patrimoniale. La conoscenza del bilancio d'esercizio è particolarmente utile per i soci e per i terzi creditori della società. Proprio in considerazione della sua funzione informativa, la redazione del bilancio delle società per azioni deve seguire regole particolarmente rigide. Del resto, è sufficiente considerare che il patrimonio della società, riguardo al quale il bilancio deve fornire informazioni, svolge una fondamentale funzione di garanzia per i creditori, sancita dall'art. 2325 c.c., secondo cui, ... Continua...

Migranti: la Consulta boccia i decreti sicurezza

Illegittimo il divieto di iscrizione all'anagrafe per i richiedenti asiloLa norma costituzionale violataLa Consulta anticipa il ViminaleLe pronunce dei Tribunali post decreto sicurezzaIllegittimo il divieto di iscrizione all'anagrafe per i richiedenti asilo[Torna su] Con un comunicato del 9 luglio 2020 (sotto allegato) la Consulta comunica di aver sottoposto al suo vaglio le questioni di legittimità costituzionale sollevate dal Tribunale di Milano, Ancona e Salerno, che riguardano la disposizione del decreto Sicurezza n. 113/2018 , voluto dall'allora Ministro degli Interni Matteo Salvini, che impedisce agli stranieri richiedenti asilo di potersi iscrivere all'anagrafe. La norma costituzionale violata[Torna su] La Corte non ha ritenuto la norma in contrasto con l'art. 77 della Costituzi... Continua...

Responsabilità medica e nesso di causalità: il punto della Cassazione

Responsabilità medica e accertamento del nesso causaleDifferenze con l'ambito penaleI limiti della conoscenza scientificaLa regola probatoria della preponderanza dell'evidenzaL'applicazione nel caso di specieResponsabilità medica e accertamento del nesso causale[Torna su]Nell'articolata ordinanza n. 13872/2020 (qui sotto allegata) la Corte di Cassazione ha ripercorso la disciplina in materia di nesso di causalità in particolare in relazione alla responsabilità medica, giungendo a riaffermare che in tale ambito va applicata la regola "del più probabile che non", meglio definita come regola della "preponderanza dell'evidenza". La Corte si pronuncia sul ricorso degli eredi di una donna, ricoverata in attesa di essere sottoposta a sostituzione di valvola mitrale, deceduta per un "violento shoc... Continua...

Valida la cartella notificata via pec in pdf

Iscrizione ipotecaria per mancato pagamento cartelleNotifica delle cartelle via Pec con file pdf è valida?Rituale la notifica delle cartelle via Pec con estensione file pdfIscrizione ipotecaria per mancato pagamento cartelle[Torna su]La Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 14402/2020 (sotto allegata) mette ordine nelle notifiche via pec delle cartelle di pagamento ritenendo rituale quella eseguita via Pec di file in formato pdf perché di fatto fornisce le stesse garanzie dei file con estensione p7m. La CTR Campania rigetta l'appello dell'Agenzia delle Entrate proposto nei confronti della decisione della CTP di Avellino, che ha accolto il ricorso della società contribuente contro la preventiva iscrizione ipotecaria. Notifica delle cartelle via Pec con file pdf è valida?[Torna su] L'A... Continua...

Danni causati da animali selvatici: il punto della Cassazione

Responsabilità danni da animali selvatici Chi risponde dei danni cagionati dalla flora selvaticaChi è tenuto al risarcimento del dannoResponsabilità danni da animali selvatici [Torna su] Chi è tenuto a risarcire i danni cagionati dalla fauna selvatica in caso di incidenti che coinvolgano veicoli e come funziona il regime di imputazione della relativa responsabilità? Un'articolata risposta a tali quesiti è stata recentemente fornita dalla Corte di Cassazione, nell'ordinanza n. 13848/2020 (qui sotto allegata) pubblicata il 6 luglio 2020, con cui la terza sezione civile ha ripercorso i passaggi salienti della disciplina inerente i danni causati da animali selvatici alle vetture e fornito un'interpretazione interessante in una materia ancora dibattuta in giurisprudenza. Nel caso di specie... Continua...

Compensi avvocato: non basta la parcella asseverata dall'ordine

Parcella asseverata dal COAPluralità di contestazioni Motivazione apparenteParcella asseverata dal COA[Torna su]A fronte delle numerose e articolate contestazioni dell'assistito sulla congruità, sull'effettività e sulla spettanza dei corrispettivi richiesti dal legale, il giudice non potrà limitarsi a recepire acriticamente le osservazioni del Consiglio dell'Ordine che ha asseverato la parcella, pur dichiarandola non vincolante. Una simile decisione appare, infatti, fondata su motivazione apparente. Tanto si desume dall'ordinanza n. 14005/2020 (sotto allegata) con cui la Corte di Cassazione, sesta sezione civile, si è pronunciata sul ricorso di un'assistita che si era vista ingiungere dal proprio avvocato il pagamento di una somma a titolo di compensi per le attività di difesa svolte in tr... Continua...

Sospesi i professionisti che non comunicano la pec

Dl semplificazioni: sospeso chi non comunica domicilio digitalePec: stato dell'arteCosa cambia con il dl semplificazioni?Dl semplificazioni: sospeso chi non comunica domicilio digitale[Torna su] Il dl semplificazioni, approvato dal Consiglio dei Ministri nella nottata compresa tra il 6 e il 7 luglio, nel Capo IV, dedicato alle misure per l'innovazione, ha inserito l'art. 29, contenente le disposizioni che si pongono l'obiettivo di favorire l'utilizzo della posta elettronica certificata nei rapporti tra Amministrazione, imprese e professionisti. Per perseguire tale finalità introduce a carico dei professionisti particolari obblighi e sanzioni, intervenendo sull'art. 16 del dl n. 185/2008, di cui modifica il comma 7 bis nei seguenti termini: "Il professionista che non comunica il proprio... Continua...

Competenze:

  • Diritto Commerciale e Societario Gestione aziendale
    Redazione di contratti
    Assistenza stragiudiziale e giudiziale
    Assistenza in caso di crisi dell'impresa
  • Separazioni e Divorzi Separazioni consensuali
    Separazioni giudiziali
    Divorzio congiunto
    Divorzio giudiziale
    Cessazione degli effetti civili del matrimonio
  • Eredità e Successioni Separazioni consensuali
    Dichiarazioni di successione
    Impugnazione del testamento
    Azione di riduzione per lesione di legittima
    Divisione ereditaria
  • Diritto Civile Infortunistica stradale e risarcimento danni
    Amministrazione di sostegno
    Interdizione e Inabilitazione
    Locazione e Sfratti
    Condominio e rapporti di vicinato
    Contratti
    Proprietà e diritti reali
    Tutela dei consumatori
  • Diritto Agrario Esercizio della prelazione
    Rilascio di fondi rustici
    Indennizzo delle migliorie
    Sequestro agrario
    Riscatto del fondo
  • Diritto della Rete Contratti con Internet Providers
    Regolamentazione dei servizi VoIP
    Commercio elettronico
    Diritto d'autore on line
    Responsabilità civile in internet
    Telelavoro
  • Diritto del lavoro e previdenza Cause di licenziamento
    Cause di adeguamento retributivo
    Fallimenti e procedure concorsuali
    Infortunio e malattia
    Sanzioni disciplinari
    Mobbing
  • Diritto Amministrativo Sanzioni amministrative
    Contravvenzioni stradali
  • Diritto Penale e procedura Redazione di denunce e querele
    Costituzioni di parte civile
    Diritto penale societario e amministrativo
  • Assistenza Stragiudiziale Redazione di contratti, statuti
    regolamenti e testamenti;
    Assistenza in procedure di arbitrato;
    Ispezioni, visure, ricerca documenti;
    Partecipazione ed assistenza ad
    assemblee, consigli, comitati;
    Redazione diffide, ricorsi, denunce.
valid

Telefono

Vicenza: 0444 891047
Padova: 049 9941188